DESCRIZIONE DEL CONSORZIO

4CE-MED include 11 partner provenienti da 7 paesi: 4 dall’UE e 3 extra UE. Il consorzio è ben bilanciato fra  istituti di ricerca, università, PMI e cooperative agrícola; complessivamente, 7 partners di R&S e 4 del mondo produttivo. CCE, CRES, e UNIBO hanno considerevole esperienza su camelina; ICARDA, INRAA, INRAT, su sistemi agricoli adattati ad ambienti semiaridi del Nord Africa; ARVALIS, CRES, UNIBO e Spanish Coops su sistemi agricoli adatti ad ambienti del Sud Europa. UNIBO ha notevole esperienza sulla valutazione ambientale integrata delle produzioni agrícola: gli impatti ambientali, sociali ed economici dei sistema colturali proposti da 4CE-MED saranno valutati da UNIBO in accordo ai principi della LCA – Life Cycle Assessment; CREA è leader nella meccanizzazione agrícola e potrà beneficiare delle collaborazioni con ICARDA, INRAA e INRAT. INI ha enorme esperienza nella diffusione dei risultati di progetto. Al fine di massimizzare l’efficienza nella diffusione e nella generazione di informazioni a livello locale, ARVALIS, BIOS e Spanish Coops, strettamente collegate a COPA-Cogeca e ad EIP-Agri, coinvolgeranno  numerosi stakeholders interessati. Tutti i suddetti partners hanno partecipato a numerosi progetti di ricerca nazionali e internazionali inerenti a tematiche 4CE-MED.

partners
paesi europei
paesi
paesi africani
Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

Alma Mater Studiorum – Università di Bologna (UNIBO)

L’Università di Bologna ha lunga esperienza di coordinamento in progetti europei di ricerca, innovazione e cooperazione, nella creazione di partnership con industrie ed enti pubblici e privati e nella gestione di network internazionali. La missione di UNIBO nel progetto 4CE-MED è quella di promuovere l’adozione di sistemi agricoli resilienti, economicamente sostenibili e rispettosi dell’ambiente.

UNIBO è il coordinatore del progetto 4CE-MED e leader del work package sulla valutazione integrata della sostenibilità (WP4).

Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’Economia Agraria

Consiglio di ricerca agricola e analisi dell’economia agricola

Il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria (CREA) è un ente nazionale di ricerca che opera sotto la supervisione del Ministero dell’Agricoltura, con competenze scientifiche generali nei settori dell’agricoltura, dell’agroindustria, dell’alimentazione, della pesca e della silvicoltura. CREA è un ente pubblico italiano di ricerca per l’agricoltura. Nell’ambito dei work packages 1,2 e 3, CREA svolgerà ricerche su sistemi di meccanizzazione agrícola (semina e raccolta) localmente disponibili.

Institut National de la Recherche Agronomique d’Algérie

Istituto Nazionale di Ricerca Agronomica dell’Algeria (INRAA)

Creato l’11 aprile 1966 con lo status giuridico di ente pubblico a carattere amministrativo (APE). Dal dicembre 2004, l’INRAA ha lo status di Ente Pubblico di Carattere Scientifico e Tecnologico (EPST), sotto il Ministero dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca. INRAA dispone di divisioni nei diversi ambiti della ricerca agronomica e di centri sperimentali situati in diverse regioni del Paese che contribuiscono allo sviluppo di programmi di ricerca e alla definizione di modelli e metodiche per la loro esecuzione;  sviluppa programmi di ricerca e di sperimentazione a livello nazionale e promuove i risultati della ricerca assicurandone la diffusione e l’utilizzo in collaborazione con le istituzioni  interessate.

Insieme a SPANISH CO-OPS, INRAA è leader del work package relativo alle piattaforme dei multi-stakeholder locali (WP1).

Cooperativas Agro-alimentarias de España

Cooperativas Agroalimentarias de España (Spanish Coops)

Le Cooperativas Agroalimentarias de España rappresenta il movimento cooperativo agricolo spagnolo che annovera 3.669 società cooperative. Tali imprese generano un fatturato globale pari a 29.365 milioni di euro, occupano 111.000 lavoratori e riuniscono 1.150.000 agricoltori associati. Il Consiglio Direttivo dell’organizzazione è composto dai Presidenti delle 17 Federazioni Regionali. Il team di esperti Spanish Coops è stato costituito per consentire la partecipazione ai progetti, ed è stato ulteriormente consolidato  in funzione  della partecipazione a precedenti e attuali progetti europei. Cooperativas Agroalimentarias è leader con INRAA del work package  della piattaforma multi-stakeholder (1).

Iniciativas Innovadoras S.A.L. (INI)

Iniciativas Innovadoras è una società di consulenza spagnola specializzata nella promozione dell’innovazione e nell’ incentivazione della cooperazione come fattore-chiave per lo sviluppo delle organizzazioni. INI ha vasta esperienza nell’lambito di diversi programmi europei, in qualità di partner e di supporto a organizzazioni pubbliche e private. In 4CE-MED, INI si occuperà di diffusione e comunicazione dei risultati. INI è il leader del Work Package dedicato alla Dissemination (5).

Camelina Company España

Camelina Spagna Azienda (CCE)

Camelina Company Spain S.L. (CCE) è leader europeo nella produzione di camelina, dalla produzione alla lavorazione della camelina. Da quando CCE ha introdotto la coltivazione di camelina in Spagna nel 2010, l’azienda ha implementato il suo programma con un piano di coltivazione sostenibile in Spagna dedicato alla coltivazione di camelina. CCE ha maturato una lunga esperienza nello sviluppo di prove sul campo di camelina, sia nelle regioni mediterranee dell’UE (Spagna), dell’Europa Centrale (Francia), dell’Europa Orientale (Romania) e del Nord America (Canada), avendo sviliuppato una vasta gamma di prove agronomiche per l’introduzione di camelina nei piani di coltivazione sostenibile.

Insieme a CRES, CCE è leader del Work Package (2) relativo alle prove agronomichein sistemi su misura per 4CE-MED

Instagram
ARVALIS – Institut du Végétal

ARVALIS – Institut du Végétal (ARVALIS)

ARVALIS – Institut du végétal è un istituto tecnico francese responsabile della ricerca applicata su cereali, mais, sorgo, patate, lino, tabacco e colture foraggere. È gestito e finanziato da agricoltori. L’Istituto dispone di risorse e strumenti efficaci grazie a  diverse sedi locali distribuite in tutte le regioni della Francia, che coprono una vasta gamma di attività a diversi livelli di scala e nelle fasi di post-raccolta. ARVALIS lavora a stretto contatto con agricoltori e aziende del settore dei prodotti per l’agricoltura, industria mangimistica, alimentare e non alimentare. Come istituto di ricerca applicata, interagisce con  enti di ricerca primari  francesi e internazionali come INRA, IRSTEA, Università, Camere dell’Agricoltura e cooperative del settore agricolo. ARVALIS è co-leader assieme ad ICARDA del work package 3 dedicato alle piattaforme locali di stakeholders.

Center for Renewable Energy Sources

Centro per le fonti di energia rinnovabili (CRES)

Il CRES è un ente pubblico, supervisionato dal Ministero dell’Ambiente e del Cambiamento Climatico, autonomo da un punto di vista finanziario ed amministrativo. Il Dipartimento delle Biomasse (BD) che fa parte della Divisione Energie Rinnovabili del CRES (BD-CRES) ha notevole esperienza nella produzione di colture non alimentari per la produzione di energia ed uso industriale. Ha sviluppato ricerche sulla valutazione qualitativa delle biomasse. Svolge attività di ricerca su colture innovative ad uso non alimentare  adatte a condizioni marginali; si occupa di logistica e ottimizzazione dei sistemi agroenergetici e bioeraffinerie; valuta la disponibilità di Risorse mediante uso di GIS. Analizza l’economicità delle biomasse in riferimento ai diversi mercati. Assieme a CCE, CRES è leader del work package 2 relativo a prove agronomiche.

BIOS AGROSYSTEMS S.A.

BIOS AGROSYSTEMS S.A. (BIOS)

BIOS AGROSYSTEMS S.A. è un’azienda impegnata nello sviluppo di nuove varietà di cotone. Ha attivato un programma di valutazione e selezione appositamente studiato per la commercializzazione e la distribuzione di mais, girasole, ibridi vegetali, patate da semina, varietà di cereali, veccia, erba medica e altre foraggere per il mercato greco, Europa sud-orientale e Medio Oriente. BIOS è la prima azienda privata ad aver avviato una collaborazione con l’Istituto Agrario Greco NAGREF per la produzione e la distribuzione delle proprie varietà di cotone, grano ed erba medica. Bios produce sementi anche conto terzi per le grandi multinazionali del settore. In 4CE-MED participa ai WP1 e 3.

International Center for Agricultural Research in the Dry Areas

Centro internazionale per la ricerca agricola nelle zone aride (ICARDA)

ICARDA è l’organizzazione globale di ricerca agricola in zone aride e marginali del mondo, con l’obiettivo di fornire soluzioni sostenibili capaci di aumentare la produttività e soddisfare il fabbisogno alimentare della comunità rurale, nonché rafforzare la sicurezza alimentare nazionale. La ricerca di ICARDA integra diversi ambiti come breeding, agronomia, conservazione e uso di acqua, gestione di risorse naturali, produzione di sistemi integrati con piccoli animali e analisi socio-economica e politica per migliorare l’impatto dell’agricoltura sul territorio. ICARDA-Marocco svolge attività di ricerca e formazione in stretta collaborazione con INRA-Marocco, oltre che con altre istituzioni e università. In 4CE-MED è leader del work package 3 relativo a prove di dimostrative e attività di training e capacity building, insieme ad ARVALIS.

Institut National de la Recherche Agronomique de Tunisie

Institut National de la Recherche Agronomique de Tunisie (INRAT)

INRAT è il primo istituto tunisino specializzato nella ricerca nell’ambito delle scienze agrarie. INRAT copre diversi campi di ricerca quali produzione animale e vegetale, ricerca biofisica e socio-economica. Le principali missioni di  INRAT sono: (i) il miglioramento delle tecniche di produzione di specie vegetali e animali, (ii) la valutazione e il miglioramento di risorse genetiche in Tunisia, (iii) selezione di varietà vegetali e miglioramento di razze animali, (iv) conduzione di ricerche agronomiche e socio-economiche in relazione all’ambiente rurale, (v) trasferimento tecnologico e rafforzamento delle capacità attraverso la formazione e la supervisione degli studenti.

INRAT è coinvolto nei workpackages 1,2 e 3.